Fushimi Inari: come arrivare, quanto tempo. Guida completa al santuario scintoista più fotografato

Anche voi non vedete l’ora di fotografare la moltitudine dei torii rossi del Fushimi Inari? Il Fushimi Inari è uno dei luoghi più suggestivi e caratteristici dell’intero Giappone. Si tratta di un santuario scintosta, dedicato a Inari, divinità della fertilità, dell’agricoltura, del commercio e del riso e situato alle appendici di un monte (il monte Inari, appunto). La struttura principale risale alla fine del 1400.

fushimi inari ingressoPhoto credits: Carolina Canalle

Come arrivare

Il Fushimi Inari si trova a pochi km da Kyoto, sulla strada per Nara. Ottimo è inserire la visita del santuario nello stesso giorno in cui avete previsto anche la visita a Nara, che si trova proprio sullo stesso percorso. La stazione JR Inari del treno è situata praticamente di fronte all’ingresso principale del tempio, a qualche minuto di camminata.

Il santuario e i torii

Il santuario invita ogni visitatore a compiere un vero e proprio percorso lungo la collina su fino alla cima del monte, percorrendo una sorta di cammino “spirituale”. Lungo il percorso potrete passare sotto una moltitudine di torii, ognuno donato al santuario dai cittadini giapponesi per ricevere una sorta di “benedizione negli affari”.

fushimi inari camminoPhoto credits: Elena Assirelli

Dopo una prima parte di sentiero più pianeggiante, il percorso diventa via via più tortuoso, fino a raggiungere una piccola area dotata di panchine e bar, dove potrete rifocillarvi se siete affamati oppure rinfrescarvi dopo la lunga camminata. In più potrete ammirare il panorama: una vista lontana sulla città di Kyoto. Da qui manca poco per completare il cammino, non scoraggiatevi e proseguite fino alla cima: solo il primo tratto è ripido, poi finalmente il sentiero scende, compiendo un vero e proprio giro attorno al monte.

fushimi inari carolinaPhoto credits: Elena Assirelli

La cosa migliore è recarsi al santuario al mattino molto presto, quando la visita sarà più in solitaria e pertanto più suggestiva ed emozionante. C’è da dire che la maggior parte dei turisti si ferma solo nel primo tratto dei torii, giusto per il tempo di scattarsi qualche fotografia. Per questo basterà addentrarsi più lungo il percorso per trovare maggiore tranquillità e solitudine. Nella tarda mattinata o verso l’ora di pranzo, sarà invece impossibile riuscire a godersi questa meraviglia giapponese.

Che cos’è un torii

Il torii è un portale giapponese, tradizionalmente rosso, ma non solo, che indica l’accesso ad un santuario o più in generale a un’area sacra. Il passaggio sotto di esso rappresenta un atto di purificazione e di buona sorte.

fushimi inari sentieroPhoto credits: Elena Assirelli

Quanto tempo si impiega

Noi siamo state in visita al santuario quasi tre ore, tra salita, sosta e discesa, scattando foto e riposandoci quando meglio credevamo. In qualsiasi momento è comunque possibile tornare indietro, anche se il senso del cammino sarebbe proprio quello di percorrerlo circolarmente.

torii giapponesePhoto credits: Elena Assirelli

La camminata è per tutti?

La camminata non presenta difficoltà, tuttavia il primo tratto può risultare molto lungo e se viaggiate in estate, il caldo potrebbe essere asfissiante. È pertanto consigliato portarsi molta acqua da bere durante il percorso.

Il sentiero sotto i torii è molto suggestivo e particolare e lo apprezzerete molto se siete degli amanti della camminata. Durante il percorso abbiamo invece sentito un marito lamentarsi con la sua compagna, che voleva raggiungere la cima: “Sofia scendiiii, Sofia è tutto uguale!!!” Sì, è davvero tutto uguale, ma è uno spettacolo.

fushimi inariPhoto credits: Elena Assirelli

Torii, doni e statue: la volpe

Lungo il percorso vedrete molte riproduzioni in piccolo di torii, lungo i fianchi del sentiero. Potrete comprarne uno anche a voi prima di addentrarvi lungo il cammino e lasciare una piccola “preghiera” o un piccolo “pensiero” lungo la strada, come sono soliti fare i visitatori giapponesi. Si chiede a Inari maggior fortuna nel lavoro, nel commercio, nella produzione.

Vedrete anche molte statue che rappresentano una volpe, messaggera della divinità.

volpe fushimi inari giapponePhoto credits: Elena Assirelli

volpi guardiane inariPhoto credits: Elena Assirelli

Tour consigliati Fushimi Inari Taisha, Kyoto e dintorni

Di seguito potrete scegliere alcuni dei tour guidati nella zona del Fushimi Inari, Kyoto e dintorni. Sono mano a mano aggiornati con recensioni verificate dai viaggiatori e grazie a un veloce e semplice pagamento on-line, assicurano di vivere un'esperienza costruita e pensata per i visitatori che si recano in Giappone!

Autore
Elena Assirelli
Author: Elena AssirelliEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Founder
Trent'anni, mi occupo per lavoro e per passione di web, SEO e fotografia. Sono curiosa, ma cambio idea troppo spesso. Mi piace organizzare viaggi fai-da-te, conoscere nuove culture e abitudini, assaggiare nuovi piatti, scrivere e scattare tantissime fotografie. Vivo e lavoro a Milano, città dove sono nata, da cui amo andarmene per poi ritornare.